come si garantisce 
l'ORIGINE?

SABINA DOP

IMG_0815_edited.jpg
IMG_0816_edited.jpg

Olive provenienti
esclusivamente
dall'area protetta
definita come
Sabina DOP

L'estrazione
deve avvenire in un
Frantoio
certificato
Sabina DOP

Anche, il confezionamento
deve avvenire
nell'ambito dell'area territoriale
delimitata come
Sabina DOP

IMG_0818.PNG
IMG_0813.PNG

SCEGLI UN PRODUTTORE
CHE ABBIA A CUORE LA SABINA!

IL DISCIPLINARE IMPONE STANDARD

QUALITATIVI MOLTO ELEVATI

 

Le aziende con tale riconoscimento si attengono ad uno specifico “Disciplinare di Produzione”, vigilato dal Consorzio Sabina Dop e Agroqualità, una società appositamente incaricata e riconosciuta dal Ministero per le Politiche Agricole e Forestali.

 

Le cultivar caratterizzanti sono 11: Carboncella, Leccino, Raja, Pendolino, Frantoio, Moraiolo, Olivastrone, Salviana, Olivago e Rosciola.

La raccolta e la molitura, devono essere effettuate tra il 01 Ottobre e il 31 Gennaio.

Dall'Olio che deve essere certificato, viene prelevato un campione su cui vengono effettuati esami chimici e Panel test, i Risultati devono rispettare obbligatoriamente questi parametri:

  • mediana del fruttato > 0

  • mediana del difetto = 0;

  • acidità massima totale espressa in acido oleico, in peso, non eccedente grammi 0,6 per 100 grammi di olio;

  • numero di perossidi £ 14 Meq0 2 /kg;

  • acido oleico minimo 68%

 

Inoltre, la resa massima di olive in olio non può superare il 25% in peso.

Per l'estrazione dell'olio sono ammessi soltanto processi meccanici e fisici atti a produrre oli che preservino fedelmente le caratteristiche peculiari originarie del frutto.​ Le olive devono essere sottoposte a lavaggio a temperatura ambiente; ogni altro trattamento è vietato.